•  +39 049 9997511
  •  info@parcotigli.it

STIMOLAZIONE MAGNETICA TRANSCRANICA

Cos'è?

La stimolazione magnetica transcranica è una tecnica non invasiva di stimolazione elettromagnetica a corrente indotta del cervello e del sistema nervoso.

Si tratta di una stimolazione profonda, non invasiva e indolore del cervello allo scopo di ottenere risposte in relazione all’area stimolata per modificarne l’eccitabilità e la plasticità.

Largamente utilizzata a scopo di ricerca, di recente ha rivelato benefici in ambito clinico, dove è usata per trattare disturbi psichiatrici e neurologici come depressione, allucinazioni e Parkinson.


Il trattamento

  • ambulatorio stimolazione magnetica transcranica
  • stimolazione magnetica transcranica apparecchiatura
  • macchina per stimolazione magnetica transcranica
  • targa porta ambulatorio TMS Casa di Cura Parco dei Tigli
  • stimolazione magnetica transcranica strumentazione parco tigli
  • In cosa consiste

    Prima visita specialistica

    Applicazione di stimolazione magnetica transcranica (TMS) con modalità theta burst

    Visita psichiatrica di monitoraggio

  • Quanto dura

    5 sedute settimanali (da lunedì a venerdì) per 2/4 settimane secondo percorsi personalizzati 

  • Che patologie tratta

    Depressione Resistente al Trattamento

    Disturbo Ossessivo Compulsivo

    Dipendenze

Facciamo chiarezza

Ecco alcune delle domande che ci vengono rivolte più spesso riguardo alla TMS.

La TMS è sicura?

Il trattamento con TMS è sicuro. Esistono linee guida internazionali per l’utilizzo in sicurezza della TMS, adottate in laboratori di ricerca e cliniche in tutti paesi del mondo, pubblicate dalla Federazione Internazionale di Neurofisiologia Clinica (IFNC). In ogni caso, come per qualsiasi trattamento, la TMS deve essere applicata sotto supervisione medica. Eventuali controindicazioni alla terapia sono scrupolosamente valutate tramite test preventivo con ElettroEncefalogramma (EEG) in fase di presa in carico del paziente.

La TMS è dolorosa?

Durante la seduta può verificarsi un’iniziale sensazione di leggero fastidio o irritazione nella zona di applicazione dello stimolo poiché, oltre a stimolare il cervello, gli impulsi magnetici di TMS possono anche stimolare i muscoli nei settori del cuoio capelluto, della fronte, o del viso vicino alla bobina di stimolazione.

Il trattamento con TMS comporta effetti collaterali?

Alcuni pazienti riferiscono una leggera cefalea che scompare con l’assunzione di un comune analgesico da banco.

Quanto dura mediamente il trattamento con TMS?

Il trattamento con TMS ha una durata variabile a seconda del tipo di patologia e delle eventuali comorbidità psichiatriche concomitanti. I protocolli utilizzati prevedono dalle 10 alle 20 sedute con cadenza giornaliera dal lunedì al venerdì. A seconda della risposta e del giudizio clinico il protocollo può prevedere delle sedute di mantenimento che viene personalizzato.

La TMS ha effetti a lungo termine?

Gli effetti della TMS variano in base alla durata del trattamento. In alcuni casi si può valutare la possibilità di eseguire trattamenti di follow-up e mantenimento per prevenire eventuali ricadute. Il follow up è definito in modo personalizzato all’interno del protocollo seguito per il singolo caso.

Che differenze ci sono tra la TMS e la terapia elettroconvulsivante (ECT)?

La ricerca scientifica dimostra che nel trattamento della depressione unipolare, la TMS è efficace quanto la terapia elettroshock o terapia elettroconvulsivante (ECT). Tuttavia, a differenza di quest’ultima, la TMS non richiede l’anestesia e il ricovero ospedaliero e non comporta i pesanti effetti collaterali dell’ECT.

Durante la terapia ECT, inoltre, le correnti elettriche sono applicate direttamente e si distribuiscono in tutto il cervello.  Nella stimolazione magnetica transcranica, la corrente indotta a bassa intensità è indirizzata su una specifica area corticale.  A differenza dell’ECT, la TMS non ha effetti collaterali noti sulla memoria, l’attenzione, la concentrazione o le funzioni intellettive generali.

Devo evitare di fare determinate attività prima e/o dopo una seduta di TMS?

La TMS non preclude lo svolgimento di alcuna attività. La maggior parte dei pazienti non necessita di periodi di recupero dopo aver completato una seduta. Non ci sono restrizioni di guida prima o dopo i trattamenti con TMS e pertanto non è necessario essere accompagnati, ma è comunque permessa la presenza di un coniuge, parente o amico durante il trattamento, per chi lo volesse.

Che strumenti usa la Casa di Cura per i trattamenti TMS?

Parco dei Tigli utilizza il Sistema TMS MagPro provvisto di coil a raffreddamento dinamico completo di modulo Theta Burst e navigatore spaziale, che consente di individuare con più precisione la sede cerebrale da stimolare. La presenza del coil a raffreddamento dinamico consente al personale medico-infermieristico di fare agevolmente più sedute di TMS nell’arco della giornata, il modulo theta burst riduce sensibilmente il tempo di ciascuna seduta e infine il neuronavigatore contribuisce a massimizzare l’effetto del trattamento.

Posso smettere di prendere antidepressivi durante la terapia TMS?

Non è necessario eliminare i farmaci prima dell’inizio del trattamento e i farmaci antidepressivi possono essere regolarmente assunti durante il periodo di trattamento. Qualsiasi modifica del farmaco deve essere effettuata con la supervisione del medico o psichiatra che lo ha prescritto.

Chi non può sottoporsi al trattamento con TMS?

Sono normalmente esclusi dal trattamento con TMS:

° pazienti con precedenti episodi di epilessia o convulsioni

° pazienti con dispositivi elettronici impiantati e/o oggetti conduttivi in / vicino alla testa

° pazienti portatori di dispositivi impiantati attivati o controllati in qualsiasi modo da segnali fisiologici (ad esempio, stimolatori cerebrali profondi, impianti cocleari e stimolatori del nervo vago)

° donne in gravidanza

° pazienti portatori di pacemaker cardiaci

° pazienti affetti da lesioni vascolari, traumatiche, tumorali, infettive o metaboliche del cervello anche in assenza di precedenti episodi di convulsioni o di terapie anticonvulsive

° pazienti con precedenti episodi di ictus trauma cranico o grave cefalea

Ho diritto a rimborso tramite assicurazione privata o pubblica?

Eventuali rimborsi dipendono dall’assicurazione sanitaria a disposizione. Si consiglia di contattare direttamente la propria compagnia assicurativa per avere informazioni.

 

Scarica i protocolli

I protocolli contengono informazioni esaustive circa l'approccio al trattamento TMS adottato dalla Casa di Cura e sono messi a completa disposizione dei pazienti e dei medici curanti, per conoscenza.

Depressione

Dipendenze

Personale specializzato

Dottoressa Miriam Lazzaretto Casa di Cura Parco dei Tigli

Dott.ssa Miriam
Lazzaretto

Direttore Clinico / Psichiatra
Dottoressa Beatrice Roiter Casa di Cura Parco dei Tigli

Dott.ssa Beatrice
Roiter

Psichiatra
Dottor Pierluigi Simonato Casa di Cura Parco dei Tigli

Dott. Pierluigi
Simonato

Psichiatra
Dottoressa Giulia Perini Casa di Cura Parco dei Tigli

Prof.ssa Giulia
Perini

Direttore Scientifico

© 2020 Casa di Cura Privata Parco dei Tigli Srl - All Rights Reserved - P.Iva 01234567890 - Design by Peritus

Casa di Cura Parco dei Tigli Srl
Autorizzazione Azienda Zero Decreto Dirigenziale n. 440 del 13/12/2019.
Accreditamento Regione Veneto DGR n. 2736/2013
Sistema di Gestione Qualità UNI EN ISO 9001: 2015 certificato da Certiquality.
In rispetto alle leggi vigenti sulla privacy non compaiono immagini o dati relativi a pazienti della Casa di Cura Privata se non liberamente concessi.

Privacy Policy   |   Cookie Policy   |   Sitemap