+39 049 9997511

Disturbi della Personalità

Patologie

Disturbi della Personalità

Sono caratterizzati da difficoltà (comportamento disadattivo) per gestire una normale convivenza (rapporti interpersonali) o per mantenere una forma corretta nel far fronte ad eventi stressanti della vita. Si presentano in giovane età, con tendenza a perdurare nel tempo. Importante una diagnosi tempestiva, perché senza trattamento precoce i sintomi tendono a peggiorare in modo preoccupante. Possono essere divisi in tre gruppi, a seconda di diversi stili comportamentali: disturbi con comportamento bizzarro ed eccentrico, di tipo A; con comportamento impulsivo e imprevedibile, di tipo B; con comportamento insicuro ed ansioso, di tipo C. Nel gruppo B spiccano, per complessità di patologia e di gestione clinica, i disturbi di personalità emotivamente instabili, “personalità borderline”.

Stili comportamentali tipici di questo raggruppamento sono la difficoltà nell’esprimere emozioni, la sospettosità, la rigidità emotiva, la freddezza, il distacco e un comportamento eccentrico e bizzarro. Raramente, chi presenta queste problematiche richiede un intervento psicoterapeutico, in quanto questi sintomi non vengono avvertiti, né rilevati come indice di una necessità di modificare il proprio stile di vita. Con il passare del tempo però, chi presenta una di queste manifestazioni, a causa della tendenza all’isolamento e delle difficoltà nell’instaurare relazioni soddisfacenti e durature, può manifestare problemi di depressione.

Più diffuso di questo raggruppamento è il disturbo di personalità borderline. Tratti distintivi sono l’instaurarsi e l’accrescersi di una instabilità nelle relazioni interpersonali e nell’autostima, una notevole fluttuazione del tono dell’umore e una marcata instabilità. L’emotività del tutto particolare, l’intenso timore di essere trascurati od emarginati, l’impulsività legata a comportamenti potenzialmente dannosi (gioco d’azzardo, spese eccessive, abuso di sostanze o condotte suicidarie) nonché la difficoltà di adeguarsi ai cicli terapeutici prescritti, richiedono l’utilizzo impegnativo dei trattamenti specialistici mirati.

Ansia in varie esperienze di vita, sentirsi soli, paura di perdere persone care, timore del giudizio altrui, mania dell’ordine, perfezionismo, tendenza all’accumulo e al risparmio: tutto ciò comporta una eccessiva autocritica del proprio comportamento. Questi disturbi possono interferire in modo significativo con le relazioni sia in famiglia che sul lavoro e sfociare in disturbi d’ansia, depressione o disturbi ossessivi conclamati.

Terapie per i Disturbi della Personalità

Per i borderline, terapie farmacologiche, psicoterapie individuali e di gruppo, e programmi di psicoeducazione dei familiari dei Pazienti. Farmaci per stabilizzare il tono dell’umore, blandire l’impulsività e spegnere l’angoscia eccessiva. Psicoterapie specifiche e mirate per migliorare l’autostima, il tono dell’umore e sedare motivi insidiosi quali impulsività e ideazioni suicidarie.